Apostoli della Divina Misericordia

Sito della Associazione Apostoli della Divina Misericordia con Maria Regina della Pace O.N.L.U.S.

facebook

Apostoli della Divina Misericordia con Maria Regina della pace

ROMA 28-29 MAGGIO 2011 (FOTOGALLERY)

 

GRANDE INCONTRO DI PREGHIERA

ROMA 28 e 29 MAGGIO 2011

 

 

FOTOGALLERY  (a cura di Diana Ferrari)

 

Genazzano (RM), 28 maggio 2011.

Erano quasi quattromila gli Apostoli che hanno risposto all'invito della Regina della Pace ad incontrarsi a Genazzano, caratteristico paese della Ciociaria nei pressi di Roma, per un grande incontro di preghiera indetto dall’Associazione “Apostoli della Divina Misericordia con Maria Regina della Pace”.

Accolti nel campo sportivo opportunamente attrezzato da una organizzazione impeccabile, hanno potuto vivere una giornata di intensa spiritualità e profonda preghiera che ha avuto per vertice la celebrazione serale dell'Eucaristia presieduta dal vescovo della diocesi di Palestrina mons. Domenico Sigalini.

L'incontro si è concluso con l'apparizione quotidiana della Madre di Dio alla veggente Marja Pavlovic Lunetti che per tutto il giorno è stata ospite dell'incontro.

L'incontro è iniziato nel segno gioioso della musica e del canto proposti dalla Comunità dei "Figli del Divino amore" che con le loro lodi contribuiscono a creare un clima di profonda ma anche gioiosa preghiera.

E' stato quindi pregato il S. Rosario guidato dalla Comunità e successivamente si è tenuta l'Adorazione Eucaristica con meditazioni proposte da p. Francesco Maria Rizzi fondatore della Associazione.

Dopo la benedizione eucaristica sono iniziate le testimonianze con quella offerta da Jèlena Vasilj di Medjugorje che per anni ha avuto contatti con la Regina della Pace attraverso le locuzioni interiori.

Quindi è stata la volta della testimonianza coinvolgente della veggente Marja Pavlovic Lunetti, madrina della Associazione la quale ci ha ricordato tra l'altro che siamo creati a immagine di Dio e siamo importanti per Maria. Ha quindi offerto varie testimonianze di guarigioni fisiche e spirituali.

La testimonianza della veggente è stata seguita da quella di Madre Rosaria della Carità fondatrice della Comunità dei "Figli del Divino Amore".

Nel 1980, dopo una vita di successo nel campo della moda, ha incontrato una comunità di carismatici ricavandone una forte esperienza spirituale.

Successivamente assiste alla proiezione di un filmato sui fatti di Madjugorje e si "innamora" di quelle colline in cui vede Fatima.

Nel 1983 si reca per la prima volta a Medjugorje dove capisce di dover essere nel mondo ma non del mondo. Fà l'esperienza forte della S. Messa.

Nel 1994 sente la chiamata a fondare la comunità. La prima reazione è stata quella dello spavento riconoscendo la propria inadeguatezza.

Nel 1996 nasce anche il ramo maschile.

Prima della pausa, c'è ancora spazio per due testimonianze:

la prima è quella di due sposi Daniela e Nicola che hanno seguito un cammino di fede che li ha portati alla conversione.

La seconda è quella di p. Francesco Maria agostiniano, rettore del Santuario della Madonna del Buon Consiglio di Genazzano, dove si conserva un bassorilievo di Madonna con Bambino, che la tradizione vuole si sia posato (25 aprile 1467) sul muro allora  esterno della chiesa proveniente in modo miracoloso dalla città albanese di Scutari.

 

Dopo la pausa l'incontro è ripreso nel segno della preghiera con la recita della Coroncina alla Divina Misericordia seguita dalla catechesi di p. Francesco Maria Rizzi sul tema “La Consacrazione a Maria nei messaggi della Regina della pace”.

Consacrarsi a Maria significa rimettere tutta la nostra vita nella mani di Maria offrire tutta la nostra persona e la vita in comunione con il Cuore Immacolato di Maria.

La consacrazione è un atto impegnativo; non è un atto fine a se stesso è un impegno che và vissuto giorno per giorno. Dio ci aiuta a capire l'importanza della consacrazione che è comprendere la Divina Maternità di Maria e affidarci a Lei come si è affidato Gesù.

La consacrazione a Maria è mezzo efficacissimo per vivere con fedeltà il Battesimo perchè siamo consacrati dallo Spirito Santo.

Dobbiamo imitare Maria perchè è anche la discepola perfetta del Figlio oltre a essere la Theotòkos cioè la Madre di Dio. La Madonna sempre intercede per noi. Attraverso di Lei vogliamo vivere in pienezza il Vangelo. La santità consiste nel fare la volontà di Dio e attraverso di Lei diventare apostoli di pace.

Dobbiamo essere capaci di accogliere tutti i fratelli buoni e cattivi.

Tutte le grazie ci vengono attraverso Maria.

Al termine della catechesi di p. Francesco è iniziata la celebrazione della S. Messa festiva della VI Domenica del tempo di Pasqua presieduta da Sua Eccellenza mons. Domenico Sigalini vescovo di Palestrina e concelebrata da una ventina di sacerdoti.

Dopo l'omelia il vescovo ha letto, insieme a tutti i presenti, la preghiera di consacrazione della diocesi di Palestrina, di tutte le parrocchie, delle famiglie e dei fedeli, al Cuore Immacolato di Maria. (La preghiera é stata composta per l'occasione da Fr. Luigi della Comunità Figli del Divino Amore).

"O Cuore Immacolato di Maria colmo di bontà, ci hai radunati qui perchè vuoi realizzare l'incontro dei cuori: tu desideri che il tuo Cuore, il Cuore di Gesù e i nostri cuori si fondano in un unico cuore d'amore e di pace...........................................

.....................Donaci di essere guariti da ogni malattia spirituale; fa che possiamo sempre guardare alla tua bontà materna, riflesso perfetto della bontà Divina e che ci convertiamo, per la tua fiamma d'amore che da sempre arde verso l'Altissimo nostro Signore. Amen"

Subito dopo la conclusione della S. Messa la veggente Marija Pavlovic ha guidato la recita del S. Rosario fino al momento dell'apparizione al termine della quale ha detto che la Modonna non aveva dato un messaggio particolare ma aveva pregato su tutti  e benedetto i presenti.

L'incontro è così terminato nella gioia con l'arrivederci al giorno successivo per un grande appuntamento per recitare il "Regina Coeli" in Piazza S. Pietro con il Santo Padre e la successiva S. Messa in Basilica.

 

ROMA (Vaticano) 29 maggio 2011:

 

Secondo giorno dell'inconcotro romano degli Apostoli. L'appuntamento è in Piazza San Pietro per la recita del "Regina Coeli" con il Santo Padre.

L'emozione è intensa, la gioia grande. Gli Apostoli si riuniscono nei pressi del grande obelisco al centro della piazza e srotolano i loro striscioni che invocano Gesù Misericordioso.

Quando il Santo Padre si affaccia alla finestra del Palazzo Apostolico e tutto uno svetolare di sciarpe che, su iniziativa del gruppo del Piemonte, da un pò di tempo si stanno diffondendo tra gli Apostoli come segno distintivo.

Al termine del "Regina Coeli" il gruppo entra in Basilica per una preghiera intensa sulla tomba del Beato Giovanni Paolo II presso la cappella di San Sebastiano seguita dalla celebrazione della S. Messa all'altare della Cattedra, presieduta dal Vescovo Ausiliare de L'Aquila mons. Giovanni d'Ercole.

La partecipazione è corale e la commozione tangibile per il luogo, la circostanza e per la consapevolezza che il momento vissuto è una grande grazia concessa dall'Alto.

Non restano che i saluti e ognuno riparte per la propria destinazione con un sentimento di commossa gratitudine verso il Signore e verso la Regina della Pace, che ci hanno chiamati a vivere momenti così intensi e pieni di Spirito Santo.

Si parte accompagnati dalle parole del fondatore p. Francesco Maria Rizzi secondo cui, le emozioni e i sentimenti di questi giorni, bisogna rinchiuderli nel cuore e meditarli a maggior gloria di Dio.

 

 

VIDEO:

Basilica di San Pietro (Altare della Cattedra): Santa Messa officiata da Mons. Giovanni d'Ercole (Prima parte)

 

Basilica di San Pietro (Altare della Cattedra): Santa Messa officiata da Mons. Giovanni d'Ercole (Seconda parte)

 

 

 

Articoli Recenti:

Giornalino Dicembre 2020

Giornalino Dicembre 2020

S. MARIA degli ANGELI 21-22-23 febb. 2020

S. MARIA degli ANGELI 21-22-23 febb. 2020

QUARTO MANUALE di preghiera

QUARTO MANUALE
Diretta VideoDiretta Video:
Vedi a tutto schermo »

Messaggi:

Messaggio, 25. ottobre 2021

''Cari figli! Ritornate alla preghiera perché chi prega non ha paura del futuro. Chi prega è aperto alla vita e rispetta la vita degli altri. Chi prega, figlioli, sente la libertà dei figli di Dio e con cuore gioioso serve per il bene dell'uomo fratello. Perché Dio è amore e libertà. Perciò, figlioli, quando vogliono mettervi delle catene e usarvi questo non viene da Dio perché Dio è amore e dona la Sua pace ad ogni creatura. Perciò mi ha mandato per aiutarvi a crescere sulla via della santità. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.''

continua »

Messaggio, 25. settembre 2021

''Cari figli! Pregate, testimoniate e gioite con me perché l'Altissimo mi manda ancora per guidarvi sulla via della santità. Siate coscienti, figlioli, che la vostra vita è breve e l'eternità vi aspetta affinché con tutti i santi glorifichiate Dio con il vostro essere. Non preoccupatevi, figlioli, per le cose terrene ma anelate al Cielo. Il Cielo sarà la vostra meta e la gioia regnerà nel vostro cuore. Sono con voi e vi benedico tutti con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.''

continua »
Catechesi  preparata da p. Francesco e proposta nell'imminenza della Santa Pasqua come aiuto per accostarsi con fiducia al Sacramento della Riconciliazione per invocare e accogliere la Misericordia del Padre.
DIECI ANNI di CAMMINO - In questo video una panoramica sui dieci anni di cammino della Associazione Apostoli della Divina Misericordia con Maria Regina della Pace, attraverso frammenti dei Convegni e delle Giornate Mariane di preghiera a lode di Dio e della Madre Santissima.
P. Francesco, il fondatore, racconta la genesi e la spitualità  degli "Apostoli della Divina Misericordia con Maria Regina della pace".